È noto come le competenze comunicativo-linguistiche, motorio-prassiche, uditivo-visuospaziali in età prescolare costituiscano possibili indicatori di rischio di eventuali difficoltà di apprendimento della letto-scrittura e quindi di eventuali Disturbi Specifici dell’Apprendimento.
Tali difficoltà devono quindi essere rilevate e valutate con attenzione dai docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria fin dall’inizio del percorso di scolarizzazione, al fine di attuare strategie didattiche di recupero e/o di compensazione.

Purtroppo gli alunni con DSA vengono ancora riconosciuti oltre la terza elementare, se non addirittura nel corso della scuola secondaria. Ciò spesso comporta un aumento della gravità del disturbo con un impatto negativo, non solo sull’apprendimento, ma con conseguenze anche sul piano cognitivo, psico-affettico, sociale e comportamentale.

Un’azione di prevenzione e di riconoscimento dei rischi di difficoltà nell’apprendimento della letto-scrittura è assolutamente indispensabile per attivare una didattica di sostegno, recupero e compensazione.
Le attività di identificazione precoce degli indicatori di rischio si pongono nell’ottica di prevenire e di intervenire precocemente al fine di assicurare un percorso formativo sereno e proficuo ad ogni alunno eventualmente diagnosticato come DSA.

Fasi di attuazione del progetto e Obiettivi specifici

Fasi di attuazione del progetto

  • Somministrazione delle prove per la valutazione della letto-scrittura
  • Restituzione e discussione dei risultati con i docenti
  • Sportello di ascolto per genitori e insegnanti

Obiettivi specifici

Il progetto si caratterizza dal punto di vista metodologico come attività di ricerca-azione e collaborazione tra esperti, formatori e docenti della scuola primaria.
L’attività di Identificazione Precoce DSA è rivolta ai bambini della scuola primaria, in particolare alle classi II ai quali vengono somministrate le seguenti prove:

  • Prova collettiva di scrittura
  • Prova individuale standardizzata di lettura di un brano

I bambini che otterranno prestazioni deficitarie nella prova individuale di lettura verranno sottoposti a un’ulteriore prova di lettura di parole e non parole, al fine di dare alla scuola e alla famiglia indicazioni il più possibile approfondite.

In seguito all’analisi dei risultati si organizzeranno incontri di restituzione agli insegnanti e messe a calendario disponibilità orarie degli specialisti per lo sportello d’ascolto per i genitori e gli insegnanti che desiderano un ulteriore confronto.