Agopuntura e Medicina tradizionale cinese

Agopuntura Kimeya

La Medicina Tradizionale Cinese è il più antico sistema medico conosciuto. Si basa sulla convinzione che il corpo sia l’universo in miniatura e, allo stesso tempo, uno specchio dell’ordine sociale. È una medicina universale, dove si cerca di mettere su un unico piano gli aspetti fisici, mentali, emotivi e spirituali della persona che si ha in cura, invece di separarli come succede nella medicina tradizionale che dà la priorità a un unico campo specialistico.
Il medico opera cercando di inserire l’insieme di segni e sintomi in un quadro dettagliato che inizia con una distinzione tra categorie grossolane (yin/yang, interno/esterno, caldo/freddo etc.) per poi operare delle distinzioni sempre più fini e accurate.

La più conosciuta tra le discipline della Medicina Tradizionale Cinese è l’Agopuntura che consiste nell’applicazione di sottili aghi sulla superficie cutanea in corrispondenza di punti ben precisi per stimolare il flusso energetico dove si riscontra un blocco, un ristagno, una carenza che provocano una disarmonia nell’equilibrio del paziente.
L’Agopuntura agisce sulla complessa rete dei meridiani, linee di scorrimento invisibili che presiedono alla circolazione dell’energia nel corpo umano. È una tecnica semplice e indolore.

Problematiche trattabili con l'agopuntura

Tutte le donne in gravidanza possono trarre beneficio dall’agopuntura, può essere d’aiuto per facilitare il rilassamento del collo dell’utero, per stimolare il bambino a mettersi in posizione ottimale per il parto naturale, ma anche per favorire l’inizio delle contrazioni.

Con l’agopuntura si possono trattare moltissime problematiche tra cui::

  • medicina interna:
    asma, diabete, colite, gastrite e reflussi, diarrea stipsi, emorroidi, ipertensione arteriosa lieve, allergie
  • problemi dell’apparato genito-urinario:
    impotenza, infertilità, dismenorrea, sindrome premestruale, cistiti, sindrome menopausale
  • problemi dell’apparato muscolo scheletriche e neurologico:
    artrosi, artrite, borsiti, sciatica, tendinite, cefalea, emicrania, nevralgia del trigemino, postumi di ictus cerebrale
  • patologie ORL (dell’orecchio/naso/gola):
    cali dell’udito, vertigini, acufeni, sinusite, faringite cronica
  • malattie infettive:
    bronchite, raffreddore, rinite allergica, epatite
  • malattie cutanee:
    acne, eczema, herpes simplex e zoster
  • malattie mentali ed emozionali:
    ansia, stress, depressione, insonnia
  • disturbi legati alla gravidanza:
    nausee/vomito, dolori osteomuscolari, ansia, presentazione podalica, preparazione al parto (dalla 36 fino alla 38 settimana) induzione del parto dalla 40 settimana non preferibile alla preparazione, dolori neuropatici (tunnel carpale, lombalgie)
  • dipendenze:
    fumo, cibo

Approfondimenti