Crescere in Digitale – Texting Out Loud

Crescere in Digitale – Texting Out Loud

Il progetto “Crescere in Digitale” nasce per intercettare, a scuola e sul web, ragazzi dagli 11 ai 18 anni e sviluppare con loro attività volte al miglioramento della comunicazione diretta e indiretta, sviluppando il concetto di affettività verso gli altri e verso se stessi (benessere e prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare).
Si basa sull’educazione all’ascolto attivo e alla comunicazione virtuosa, attraverso la peer-education, modalità ritenuta adeguata e imprescindibile per favorire la partecipazione dei diretti destinatari.

 

 

OBIETTIVI

Per i ragazzi delle scuole medie:

Creare un contesto neutro in cui chiedere, chiedersi e ragionare sul significato delle emozioni, dell’affettività e dell’amore, senza schemi o concetti prestabiliti, ma semplicemente lavorando con i coetanei sul proprio modo di vedere il mondo. Una psicologa e un’ostetrica saranno le mediatrici del sistema classe e guideranno i ragazzi nei ragionamenti.

Il progetto vuole sviluppare uno sportello di ascolto digitale a cui accedono i giovani (11-18 anni), nel quale si possa trovare come primo filtro un ascoltatore coetaneo (un paio di anni più grande).
Questa modalità di intercettazione del disagio riduce il gap e le barriere di accesso alla richiesta di aiuto e permette di raggiungere più facilmente il target sociale più a rischio ovvero gli adolescenti.
Lo sportello psicologico digitale, rappresentato dai giovani peer, sarà sempre supervisionato e controllato da personale qualificato ed esperto, incaricato di intervenire qualora i segnali portino a vere situazioni di crisi che esulano dal bisogno “normale” di un adolescente.
Questo risultato si ottiene se un gruppo iniziale di giovani aumenta le sue competenze e le mette a disposizione della comunità.
Attraverso una formazione frontale, di piccolo gruppo, pratica e operativa, i ragazzi miglioreranno l’ascolto attivo verso il sistema esterno, la capacità di lettura dei bisogni dei propri coetanei e la ricerca decodificata da adulti di riferimento laddove emerga il bisogno.
Verranno trasmesse competenze in ambito digitale per creare nuovi contesti virtuali pensati e condivisi dagli attori di questo cambiamento: i giovani.

Per i genitori:

Incontri di formazione frontale dedicati al loro ruolo e alla fase delicata che stanno vivendo con “un adolescente in casa”.