Il ritorno a scuola: tra bisogni ed emozioni!

Il ritorno a scuola: tra bisogni ed emozioni!

Settembre è di nuovo arrivato e come tutti gli anni porta con sé l’avvicinarsi dell’autunno… Le giornate un poco alla volta si accorciano, cambiano la loro luminosità e sui calendari di tutte le case i bambini iniziano il conto alla rovescia:  – 10 -9…-5… L’inizio della scuola è ormai alle porte!

Ogni inizio porta di solito con sé il brivido del nuovo, la magia dell’attesa e la curiosità per quello che sarà ma a causa della pandemia e delle restrizioni legate alla gestione dei contagio ora il pensiero di ricominciare la scuola è probabilmente più pesante per la maggior parte delle mamme, dei bambini e degli insegnanti. 

Tante domande e tanti dubbi…

Riusciranno i nostri figli a frequentare in presenza? E dovranno indossare la mascherina anche seduti al banco? Ginnastica si potrà fare? E se ci ammaliamo? Il vaccino sarà servito? Queste sono solo alcune delle domande che probabilmente la maggior parte dei genitori si stanno facendo, ma non soon gli unici.

Nello stesso momento gli insegnanti si stanno organizzando per il nuovo anno scolastico. Anche loro sentono il peso dell’anno finito a giugno e di quello finito l’anno prima. La scuola è cambiata. La stanchezza emotiva per tutto ciò che abbiamo vissuto si sente tutta. Occorre rispettare e far rispettare ulteriori regole e, al tempo stesso,  rassicurare i bambini, i ragazzi e i loro genitori rispetto ad ansie e preoccupazioni quotidiane.

Come gestire il rientro a scuola nei bambini?

  • Ascoltare: prendiamoci del tempo per ascoltare i più piccolicapire le loro eventuali preoccupazioni sul rientro a scuola è il primo passo per comprendere il loro stato emotivo e poterli dunque supportare.
  • Collaborare: è un momento delicato per bambini, ragazzi e insegnanti, per queste ragioni è indispensabile creare un clima di collaborazione tra tutte le parti coinvolte.
  • Rassicurare e approfondire: riguardo le regole da rispettare a scuola, far comprendere al meglio a bambini, bambine, ragazze e ragazzi che le nuove regole e i nuovi dispositivi di protezione da utilizzare a scuola, sono misure necessarie per proteggere se stessi e gli altri.

La scuola è, e sarà, comunque un luogo di incontro, crescita e socializzazione. Pertanto prima ancora del raggiungimento degli obiettivi scolastici e dei bei voti, insegnanti, genitori e studenti devono lavorare sullo stare insieme.

I nostri specialisti sono al TUO servizio per ogni evenienza e necessità!