Tre consigli per lo sviluppo del linguaggio

Tre consigli per lo sviluppo del linguaggio

Lo sviluppo del linguaggio è un processo naturale in cui l’ambiente familiare riveste un ruolo centrale. Per aiutare i bambini nello sviluppo delle proprie attività linguistiche è importante riuscire a “immergerli” in un ambiente linguistico stimolante.

Il nostro team di logopedisti ha raccolto alcune tra le strategie e gli strumenti più efficaci per creare interesse e partecipazione nei più piccoli.

1. Leggere, leggere, leggere

Il primo consiglio è quello di proporre al bambino letture che contengano tante immagini familiari e semplici. L’importante è che i bambini siano i protagonisti del processo di lettura, non semplici ascoltatori passivi!

Per riuscire a coinvolgere i bambini e renderli protagonisti del processo linguistico è fondamentale:

  • Leggere accanto al bambino affinché possa vedere il libro e prendere come modello l’adulto che parla.
  • Fare tante pause: consentono ai bambini di guardare le illustrazioni e di indicare ciò che trovano interessante.

 

I ricordiamoci sempre che i bambini manifestano il desiderio di comunicare in tanti modi diversi: è compito del genitore riuscire a cogliere questo sforzo comunicativo e interpretare i segnali non verbali.

 

2. Ripeti e riformula

Gli stimoli linguistici offerti al bambino devono essere frequenti, precisi e semplici. Quando il bambino produce qualche parola, o una frase, può essere una buona idea ripeterla in modo corretto.

Bisogna fare attenzione perché nella fase di sperimentazione linguistica può capitare che il bambino pronunci alcuni vocaboli non correttamente o che utilizzi delle formule sbagliate. Per quanto questi errori possano essere in certi casi molto buffi e divertenti, è importante non ripetere l’errore e riformulare tutto in maniera corretta. 

Se parlando, ad esempio, il bambino dice “Mamma oio bicotto!” può essere una buona idea quella di rispondere “Certo amore, prendiamo un biscotto!”. Allo stesso modo, durante la lettura, se il bambino dice “Cane scava” si può procedere a riformulare la frase con espansioni come ad esempio “Il cane scava un buco”. 

3. Contatto visivo

Un ottimo modo per aiutare il bambino nello sviluppo del linguaggio è quello di ricercare sempre lo sguardo del bambino. Il contatto visivo è un ottimo modo per fare sentire il nostro bambino maggiormente coinvolto all’interno dell’attività. Si può mantenere attiva l’attenzione anche pronuncia alcune parole come “Attento!”, “Senti qui…” oppure “Ascolta questo…”. 

Un’ottima idea è quella di abbassarci, o sederci sul pavimento, per essere alla sua altezza durante la fase di gioco o di lettura. In questo modo sarà più facile per lui osservare come muoviamo la bocca e provare ad emulare il nostro movimento.

Mamma e figlia leggono insieme un libro sedute sul divano.

E adesso tocca a voi…

Questi sono alcuni spunti rapidi e semplici da mettere in pratica tutti i giorni. Prima di lasciarvi andare però ricordatevi sempre di commentare i giochi e le attività svolte dal bambino, come se si trattasse di un racconto o di una favola.

Seguiteci anche nelle nostre pagine social per altri consigli e strategie.