Artrosi del ginocchio: prevenzione e diagnosi

Artrosi del ginocchio: prevenzione e diagnosi

L’artrosi del ginocchio è una patologia molto diffusa che aumenta la sua possibilità di manifestarsi con l’aumentare dagli anni. Chi soffre di questa patologia alterna momenti di relativo benessere a momenti di dolore particolarmente acuto, momenti nei quali anche svolgere le più semplici azioni quotidiane diventa un’impresa: sia che si tratti di fare una breve passeggiata, sia che si tratti di fare le scale oppure di salire/scendere dalla macchina.

È possibile prevenirla? Cosa è consigliato fare? Ne abbiamo parlato con il nostro ortopedico, il Dott. Davide Reale, e qua sotto trovate non solo le risposte ma anche qualche consiglio utile!

Cambiare lo stile di vita

Secondo la letteratura scientifica, traumatismi articolari, obesità e funzione muscolare compromessa sono i principali fattori di rischio per lo sviluppo di questa patologia, ma sono anche aspetti sulla quale è possibile applicare azioni di prevenzione primaria e secondaria. In particolare, il peso corporeo gioca un ruolo fondamentale nella progressione del processo artrosico, con un rischio aumentato (di circa il 30%) di sviluppare sintomi in soggetti obesi rispetto a pazienti con un normale Body Mass Index (BMI).

Il cambiamento dello stile di vita è quindi un’azione fondamentale, non si tratta solo di mantenere un peso-forma ottimale, ma anche di rinforzare la muscolatura con un programma di attività fisica adeguato alla tipologia di paziente.

Infatti, le principali linee guida sull’artrosi riconoscono un ruolo fondamentale all’attività fisica e alla ginnastica, in acqua o in palestra, che consentono di mantenere un miglior tono muscolare e preservare il più a lungo possibile la funzionalità dell’articolazione. Non è mai abbastanza tardi per ricominciare a rimettersi in moto!

Diagnosi e soluzioni

Innanzitutto, è consigliabile effettuare una visita ortopedica specialistica in seguito alla comparsa del dolore, in maniera tale da poter intervenire tempestivamente correggendo eventuali fattori costituzionali e/o intraprendendo trattamenti meno invasivi.

La diagnosi dell’artrosi al ginocchio avviene attraverso la visita ambulatoriale, andando a ricercare eventuali fattori predisponenti (deviazioni assiali, patologie reumatiche, pregressi interventi chirurgici, esiti traumatici), e attraverso l’esecuzione di radiografie.

Una possibile strategia di trattamento a disposizione del paziente sono le infiltrazioni intra-articolari (es. infiltrazioni con cortisone, acido ialuronico) e le più recenti terapie biologiche (PRP, cellule staminali mesenchimali derivate dal midollo osseo o dal tessuto adiposo). La sostituzione protesica dell’articolazione, invece, rappresenta la soluzione definitiva per un paziente affetto da gonartrosi severa, con ottimi risultati in termini di risoluzione del dolore e del recupero del movimento.

Inizia ora il TUO percorso di prevenzione e prenota la TUA visita specialistica!

Bibliografia

  1. Brown, Greg A. MD, PhD (2013) AAOS Clinical Practice Guideline: Treatment of Osteoarthritis of the Knee: Evidence-Based Guideline, 2nd Edition. Journal of the American Academy of Orthopaedic Surgeons: Volume 21 – Issue 9 – p 577-579
  2. Kon E, Filardo G, Altamura SA, De Filippis R, Reale D, Di Matteo B, Marcacci M (2016). Il ruolo del Platelet-rich plasma nella patologia cartilaginea. GIOT 42(Suppl. 1): S61-S66
  3. Murphy, L. et al. (2008). Lifetime risk of symptomatic knee osteoarthritis. Arthritis Rheum. 59, 1207–1213
  4. Nicholls, A. S. et al. (2012) Change in body mass index during middle age affects risk of total knee arthoplasty due to osteoarthritis: a 19‑year prospective study of 1003 women. Knee 19, 316–319.
  5. Roos EM, Arden NK. (2016) Strategies for the prevention of knee osteoarthritis. Nat Rev Rheumatol. 12(2):92-101