SOS scuola: come rendere la lettura divertente!

SOS scuola: come rendere la lettura divertente!

Ormai coinvolgere i bambini nella lettura di libri sta diventando un’impresa sempre più difficile. Sono tantissimi i genitori che segnalano una mancanza di interesse dei più piccoli verso questa attività. Le cause sono in realtà di natura molteplice: da un lato ci sono i ritmi di vita, ormai super frenetici, e dall’altra lo stereotipo della “lettura noiosa”. Per non dimenticarci anche degli smartphone, dei tablet, dei giochi interattivi che hanno sostituito la lettura come passatempo.

La lettura è una pratica fondamentale per lo sviluppo del bambino: in età prescolare contribuisce allo sviluppo del linguaggio mentre in età scolare è importante per rafforzare le abilità di lettoscrittura.

Abbiamo chiesto ai nostri specialisti del team logopedia qualche consiglio per aiutare i genitori a rendere la lettura una pratica meno noiosa, anche vista del prossimo rientro a scuola!

Individuare il giusto livello di difficoltà da cui partire

È importante che il bambino sperimenti sia un senso di sfida, sia un buon grado di soddisfazione. Se la storia è troppo difficile, o fuori dalla sua portata, si rischia di fargli provare frustrazione e rabbia; se è troppo facile, o poco stimolante, si rischia di annoiarlo.

Il “rito” della lettura

La lettura deve diventare una parte della routine, quotidiana o settimanale. Subito dopo la cena, prima di andare letto, la domenica mattina… Insomma, è fondamentale ritagliare alcuni spazi definiti a questa attività. Eliminate ogni distrazione esterna, ogni pensiero, ogni rumore e ogni preoccupazione: mettetevi comodi e dedicatevi insieme ai vostri bambini alla scoperta delle pagine che avete in mano.

Spazio alle emozioni

Nei primi momenti di lettura l’adulto ha un ruolo di primaria importanza, sta a lui infatti coinvolgere il bambino e aprire la sua mente alla lettura. Per farò ciò vi consigliamo di lasciare spazio alle emozioni: divertimento, scoperta, curiosità, trepidazione e fantasia sono sensazioni che permettono al bambino di divertirsi e interessarsi alla lettura.

L’importanza della voce

Per i bambini le frasi sono semplicemente un insieme di lettere o sillabe. Diventa quindi fondamentale pronunciare correttamente ogni singola parola, per garantire una maggiore comprensione del testo anche attraverso l’intonazione. È importante, dare al bambino la soddisfazione di leggere in autonomia la parola. In seguito, potete ripetere con lui la parola letta, facendo molta attenzione a collocare l’accento sulla sillaba corretta. Una volta che sono state lette tutte le parole che compongono la frase, occorre rileggerla facendo attenzione a dare la corretta intonazione della voce, per aggiungere coloritura al testo e facilitarne la comprensione.

Libro finito? Rileggiamo di nuovo!

Una volta letta l’ultima parola dell’ultima frase, rileggete insieme la storia dall’inizio. Ora che il bambino ha preso confidenza con le parole, può concentrarsi sul significato del testo che ha letto.

 

I nostri specialisti sono al servizio della TUA FAMIGLIA > Contattaci per piani personalizzati!